Mikaela Shiffrin, campionessa mondiale di sci

Mikaela Shiffrin a Parigi

Mikaela Shiffrin campionessa mondiale di sci

Una domenica mattina a Parigi con Mikaela Shiffrin

Mikaela Shiffrin era bella come Parigi quella soleggiata mattina di giugno quando ci siamo incontrati nel suo hotel nel centro di Parigi. Adornata in un vestito rosso brillante con scarpe eleganti, i suoi capelli biondi dorati le scorrevano sulle spalle. Era la miscela perfetta di atletismo, femminilità e potere aziendale. La migliore sciatrice al mondo aveva un sorriso ampio e una stretta di mano ferma. °Finalmente ci incontriamo,° disse al mio ragazzo, lo scrittore John Henderson. Siamo venuti a Parigi per fare finalmente una storia per la rivista Mile High Sports di Denver che presenta in anteprima il Vail, Colo., nativo delle prossime Olimpiadi del 2018 a Sochi, in Russia. Era a Parigi per partecipare a un evento ippico per il suo sponsor, gli orologi Longines, e la conoscevano anche a Parigi. Era la schiacciante favorita per vincere l’evento di slalom in cui era la medaglia d’oro in carica e aveva vinto il titolo assoluto della stagione quattro volte – a soli 22 anni. Mentre parlava di aggiungere eventi di velocità al suo programma, le ho sparato da varie angolazioni nella stanza. Sua madre, un’ex sciatrice, osservava con attenzione. Dopo un po’ nessuno dei due sapeva che ero lì. Ero un fantasma, le sparavo dal fondo della stanza, da vicino e dall’altra parte del divano dove era seduta. Mikaela era così rilassata, era come sparare a un membro della famiglia. In seguito, ha posato graziosamente per i ritratti e ci ha ringraziato per essere venuti.

A sunday morning in Paris whit Mikaela Shiffrin

Mikaela Shiffrin was as beautiful as Paris that sunny June morning when we met at her central Paris hotel. Adorned in a brilliant red dress with stylish shoes, her golden blonde hair flowed to her shoulders. She was the perfect blend of athleticism, femininity and corporate power. The top woman skier in the world had a wide smile and a firm handshake. °We finally meet,° she told my boyfriend, the writer John Henderson. We came to Paris to finally do a story for Denver’s Mile High Sports magazine previewing the Vail, Colo., native in the upcoming 2018 Olympics in Sochi, Russia. She was in Paris to attend a horse racing event for her sponsor, Longines watches, and they knew her even in Paris. She was the overwhelming favorite to win the slalom event in which she was the defending gold medalist and had won the season’s overall title four times — at only 22. While she talked about adding speed events to her schedule, I shot her from various angles in the room. Her mother, a former ski racer, watched attentively. After a while, neither knew I was there. I was a ghost, shooting her from the back of the room, up close and from across the couch where she sat. Mikaela was so relaxed, it was like shooting a family member. Afterward, she posed prettily for portrait shots and thanked us for coming.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.